scorcio di un promontorio che affaccia a mare. siamo a tropea in calabria

Un viaggio attraverso i tesori culturali in Calabria

Inizia un nuovo cammino per promuovere e valorizzare i tesori storico-culturali del nostro territorio. La Calabria ha ufficialmente inaugurato una fase cruciale di riconoscimento di nuovi musei in tutta la regione.

“Attraverso l’aggiunta dei primi 11 musei non governativi, diamo inizio al percorso di accreditamento nel Sistema Museale Regionale della Calabria; un processo di grande crescita e opportunità per il settore, che la regione apprezza non solo per il suo valore culturale, ma anche come incentivo per sostenere l’economia dell’intero comparto turistico calabrese.

La Calabria è una regione ricca di tesori culturali da preservare e valorizzare, e i suoi musei offrono un viaggio affascinante attraverso la storia e l’arte. Ogni museo custodisce reperti unici che raccontano le antiche civiltà che hanno popolato questa terra.

Dagli scavi archeologici che svelano le tracce degli antichi greci e romani, alle opere d’arte rinascimentali e barocche che adornano le chiese e i palazzi, ogni museo calabrese rappresenta una finestra aperta sul passato. Attraverso la loro conservazione e la promozione di mostre ed eventi culturali, questi musei consentono di preservare e far conoscere il ricco patrimonio artistico e storico della regione, contribuendo così a diffondere la cultura calabrese in tutto il paese e oltre.

Un viaggio attraverso i musei calabresi è un’esperienza affascinante che permette di immergersi nella storia e nell’arte di questa terra, scoprendo una parte importante del patrimonio di gusto e cultura che la Calabria offre.

Accreditare un museo significa certificare la qualità del servizio offerto, senza tenere conto del modo in cui viene fornito. Questo processo, secondo Giusi Princi, avvia un miglioramento delle strutture che, tramite l’accreditamento nel Sistema Museale Regionale, porta al riconoscimento nel Sistema Museale Nazionale. Le nuove realtà, una volta accreditate, avranno l’opportunità di migliorarsi ulteriormente implementando servizi attraverso la partecipazione a bandi regionali promossi dal Dipartimento Cultura.

La procedura di accreditamento è sempre aperta e attualmente sono in fase di verifica altre 17 realtà museali in arrivo nel Sistema. In questo modo, si desidera garantire innovazione e stimolare la partecipazione culturale coinvolgendo altri musei e luoghi culturali di proprietà regionale, comunale, diocesana, privata, universitaria o militare. L’adesione rappresenta un’opportunità di crescita e miglioramento per tutte le realtà, indipendentemente dalla loro proprietà e dimensione.

Infatti, il Sistema museale nazionale si basa sulla creazione di una rete che rafforza la collaborazione tra lo Stato, le Regioni, gli Enti locali, le Università e il sistema di formazione. I musei, collegati tra loro, possono quindi segnare un punto di svolta e apertura verso nuovi utenti, soprattutto quelli che tradizionalmente sono più distanti.

La piattaforma online per la consultazione fornirà al pubblico informazioni complete e sempre aggiornate sulle nuove realtà museali della Calabria. Ciò garantirà una vetrina importante per valorizzare il nostro patrimonio culturale a livello nazionale e internazionale, promuovendo, in linea con l’obiettivo turistico del Presidente Roberto Occhiuto, un nuovo flusso turistico per un settore culturale sempre all’avanguardia.

 

Promuovere la cultura calabrese attraverso nuovi progetti turistici

La Calabria, terra ricca di storia e tradizioni millenarie, si sta impegnando attivamente nel promuovere la propria cultura attraverso nuovi progetti turistici. L’obiettivo è quello di attrarre un flusso sempre crescente di visitatori interessati a scoprire le bellezze artistiche e culturali di questa affascinante regione.

Grazie a iniziative innovative e all’avanguardia, si stanno organizzando tour culturali che permettono ai turisti di immergersi completamente nel patrimonio calabrese.

Tra le proposte più interessanti, vi sono visite guidate ai siti archeologici, itinerari enogastronomici alla scoperta dei sapori locali e spettacoli teatrali che raccontano le leggende e le tradizioni del posto. Questi nuovi progetti non solo offrono un’esperienza unica ai visitatori, ma contribuiscono anche a valorizzare e preservare la ricchezza culturale della Calabria.

 

Progetti turistici innovativi che aprono nuove porte in Calabria: luoghi da non perdere

La Calabria è una regione ricca di luoghi affascinanti da visitare, che offrono esperienze uniche ai turisti. Tra questi, uno dei luoghi da non perdere è la città di Tropea, famosa per le sue spiagge mozzafiato e il caratteristico centro storico. Tropea è anche nota per la sua cucina deliziosa, con piatti tipici a base di pesce fresco e ingredienti locali.

Un altro luogo da visitare è il Parco Nazionale della Sila, un’ampia area protetta che offre la possibilità di fare escursioni, praticare sport all’aria aperta e ammirare paesaggi mozzafiato. Infine, non si può fare a meno di menzionare la città di Reggio Calabria, con il suo famoso Museo Archeologico Nazionale, che ospita la celebre statua dei Bronzi di Riace.

Questi sono solo alcuni dei luoghi imperdibili che la Calabria ha da offrire, testimoniando l’impegno della regione nel promuovere un turismo autentico e arricchente.

 

I Bronzi di Riace affiancati visti frontalmente

Sviluppare strategie innovative nel settore turistico per creare nuove opportunità di sviluppo territoriale

Per avviare nuove opportunità di sviluppo nel settore turistico, è fondamentale sviluppare strategie innovative che puntino alla valorizzazione del territorio e alla creazione di esperienze uniche per i visitatori. L’obiettivo principale è quello di attrarre un numero sempre maggiore di turisti, offrendo loro servizi e itinerari turistici che rispecchino la cultura, la storia e le tradizioni locali. In questo contesto, lo sviluppo di progetti turistici mirati diventa cruciale, in quanto permette di mettere in luce le peculiarità dei luoghi visitati e di promuovere un turismo sostenibile e responsabile.

Attraverso la collaborazione tra enti pubblici, privati e associazioni locali, si possono creare pacchetti turistici ad hoc, che includano visite guidate, attività culturali e gastronomiche, alloggi in strutture ricettive di qualità e la valorizzazione di eventi e manifestazioni tradizionali. Questo tipo di approccio innovativo nel settore turistico non solo contribuisce alla crescita economica delle comunità locali, ma favorisce anche la conservazione del patrimonio culturale e naturale del territorio.

Il ruolo chiave dell’innovazione nei progetti turistici per creare nuove opportunità di sviluppo sostenibile. L’innovazione riveste un ruolo chiave nell’ambito dei progetti turistici, poiché permette di creare nuove opportunità di sviluppo sostenibile. Attraverso l’introduzione di soluzioni innovative, si possono offrire esperienze turistiche uniche e coinvolgenti, che attraggono un numero sempre maggiore di visitatori.

Ad esempio, l’utilizzo di tecnologie avanzate come la realtà virtuale o l’intelligenza artificiale può arricchire l’offerta turistica, consentendo ai visitatori di vivere emozioni e sensazioni uniche. Inoltre, l’innovazione può contribuire alla valorizzazione del patrimonio culturale e naturale di una destinazione, favorendo la conservazione e la promozione di questi tesori. In questo modo, lo sviluppo di progetti turistici innovativi non solo genera nuove opportunità economiche, ma anche promuove la sostenibilità ambientale e culturale, creando un circolo virtuoso di crescita e valorizzazione del territorio.

 

I borghi come centri di attrazione turistica: risorse da sfruttare per lo sviluppo sostenibile

A proposito di opportunità, i borghi rappresentano una fonte inesauribile di attrazione turistica e, al contempo, un’opportunità di sviluppo sostenibile da sfruttare appieno. Queste antiche località, ricche di storia, cultura e tradizioni, sono autentici gioielli che attirano visitatori da tutto il mondo. Ogni borgo ha la sua unicità e peculiarità, che spaziano dagli affascinanti centri storici alle meraviglie naturali circostanti. Sfruttare queste risorse per promuovere il turismo responsabile e sostenibile è fondamentale per garantire la valorizzazione e la conservazione di questi luoghi.

Attraverso programmi di sviluppo culturale e turismo sostenibile, i borghi possono diventare dei veri e propri centri di attrazione, offrendo esperienze autentiche e permettendo alle comunità locali di beneficiare economicamente senza compromettere l’equilibrio ambientale. In questo modo, i borghi non solo contribuiscono alla crescita economica delle aree circostanti, ma diventano anche dei modelli di sviluppo sostenibile per altre destinazioni turistiche.

Santa Severina (KR)

si erge sopra uno spuntone roccioso a 350 metri di altitudine, nella bassa valle del fiume Neto, in provincia di Crotone. Abitata già da Enotri, Greci e Romani, fiorisce sotto il dominio bizantino, verso la fine del IX secolo, quando viene costruito il Battistero. Il castello invece è eretto dai Normanni nel 1076 e reca forte l’impronta dei signori del borgo, i Carafa, oltre a dipinti barocchi di Francesco Giordano. La piazza chiamata “Campo” è domina dalla mole della Cattedrale, finita nel 1295. Sul desco degli abitanti regna invece la pasta “china”: rigatoni al forno ripieni di formaggio provola e salsiccia.

Stilo (RC)

sorge ai piedi del Monte Consolino, tra le colline delle Serre, in provincia di Reggo Calabria. Viene riedificata dai discendenti dei coloni magno-greci dopo la distruzione dell’antica Kaulon e oggi conserva le splendide testimonianze dei tanti popoli che l’hanno vissuta e arricchita. È dominata dalla splendida chiesa de La Cattolica, retaggio bizantino del X secolo, che si affianca ai resti del Castello Normanno di Ruggero II. Una statua nel paese ci ricorda che nel 1568 qui nasce il filosofo e frate domenicano Tommaso Campanella, che capeggia una ribellione contro il crudele governo spagnolo. Forse anche lui avrà gradito la tipica pasta fatta in casa con melanzane ripiene.

Morano Calabro (CS)

si trova nell’alta valle del fiume Coscile, alle pendici del massiccio del Monte Pollino, nel Parco Naturale omonimo. La fondarono i Romani lungo la via che portava da Capua a Cosenza e conobbe sotto i Sanseverino di Bisignano il suo momento di massimo splendore. Pietrantonio Sanseverino, infatti, fa ampliare il castello normanno-svevo per ottenere una residenza ispirata al Maschio Angioino di Napoli. La Chiesa dei SS Pietro e Paolo, del Mille, contiene inaspettatamente quattro statue in marmo di Carrara di Pietro Bernini, il padre di Gianlorenzo. Tutto è condito dalla frascatula, un piatto a base di farina di mais guarnito da verdure di stagione.

 

Idee innovative per lo sviluppo del settore culturale

Per concludere, il settore culturale in Calabria si sta evolvendo rapidamente, aprendo nuovi orizzonti e offrendo interessanti opportunità di sviluppo. In questo contesto, è fondamentale promuovere idee innovative che possano contribuire alla crescita e alla valorizzazione del patrimonio culturale della regione.

Ad esempio, si potrebbe pensare a iniziative che favoriscano la collaborazione tra istituzioni culturali, artisti e imprenditori locali, al fine di creare sinergie e realizzare progetti originali. Inoltre, l’utilizzo delle nuove tecnologie potrebbe rappresentare un’opportunità per ampliare l’accesso alla cultura e coinvolgere un pubblico sempre più vasto.

Altro esempio, l’organizzazione di eventi culturali online o la realizzazione di piattaforme digitali potrebbero consentire a un numero maggiore di persone di fruire dei contenuti culturali della Calabria, contribuendo così alla diffusione e alla promozione del patrimonio artistico e storico della regione. In conclusione, l’adozione di idee innovative e la collaborazione tra attori del settore culturale sono fondamentali per aprire nuovi orizzonti e favorire lo sviluppo di una Calabria sempre più ricca di opportunità culturali.

 

La splendida e suggestiva regione Calabria, patria dei famosi Bronzi di Riace, ti invita a trascorrere una vacanza indimenticabile all’insegna del totale relax, del godere deliziosi piatti locali, di ammirare lo spettacolare mare turchese e di esplorare pittoreschi paesaggi montani. Qui avrai l’opportunità di immergerti nella bellezza dell’arte e della cultura, vivendo un’esperienza autentica che si distingue per la sua storia ricca e sorprendente. La Calabria, un gioiello da visitare in qualsiasi periodo dell’anno, ti offre un’impareggiabile occasione per scoprire l’Italia in tutta la sua maestosità.