La Città Cantante

La Città Cantante

Si tratta del primo di quattro appuntamenti, curati da Pasquale Scialò, che porteranno i visitatori, nel corso del 2009, in altrettanti luoghi di Napoli legati alla civiltà musicale del Settecento (gli altri sono il Conservatorio, il Palazzo Reale e il convento di San Domenico, dove troverà posto il Museo della Musica).

Lo scopo principale è quello di far conoscere, ai napoletani ed ai turisti, italiani e stranieri, i fasti di un periodo durante il quale la città partenopea rappresentava una delle capitali della musica europea.
Riguardo alla mostra, essa si dipana attraverso un percorso suggestivo, che parte dal chiostro maiolicato, dove alcune installazioni ripropongono suoni e voci, ricreando l’atmosfera dell’epoca.
Dal chiostro si accede, poi, nel claustro dove è possibile ammirare tre organi positivi, (fabbricati rispettivamente da De Martino, Rossi e Cimino) e i busti d’argento di S. Filippo Neri e S. Alfonso Maria de’ Liguori, che normalmente sono conservati al Duomo di Napoli, nella Cappella del Tesoro di S. Gennaro.
La mostra si conclude nella Chiesa dell’Immacolata Concezione, riaperta per l’occasione e situata sempre all’interno del complesso di Suor Orsola, dove è sistemata una Macchina barocca in legno dorato, costruita per la pratica delle Quarantore, intorno alla quale è stato concepito un allestimento multisensoriale.
 
LA CITTA’ CANTANTE è stata realizzata grazie al finanziamento dell’Assessorato al Turismo e Beni Culturali della Regione Campania e al contributo del Conservatorio e della Biblioteca di S.Pietro a Majella di Napoli, del Polo museale di Napoli, della Soprintendenza di Salerno, della Discoteca di Stato, dell’Archivio storico del Tesoro di S. Gennaro, dell’ordine dei edentoristi, delle Curie di Napoli e Sorrento, della Fondazione Rocco Pagliara, del Museo Strumenti musicali Santa Cecilia, della Biblioteca Nazionale di Napoli, dell’antiquario Porcini, in collaborazione con Scabec
 
Il disegno Luci è stato realizzato da Cesare Accetta, Il logo del progetto è stato creato appositamente da Ernesto Tatafiore

Condividi /
© LIMITLESS SRL 2017 - All rights reserved