Museo di Capodimonte

Descrizione

Il Museo nazionale di Capodimonte è un museo di Napoli, ubicato all'interno della reggia omonima, nella località di Capodimonte: ospita gallerie di arte antica, una di arte contemporanea e un appartamento storico.

È stato ufficialmente inaugurato nel 1957, anche se le sale della reggia hanno ospitato opere d'arte già a partire dal 1758. Conserva prevalentemente pitture, distribuite largamente nelle due collezioni principali, ossia quella Farnese, di cui fanno parte alcuni grandi nomi della pittura italiana e internazionale (tra cui Raffaello, Tiziano, Parmigianino, Bruegel il Vecchio, El Greco, Ludovico Carracci, Guido Reni), e quella della Galleria Napoletana, che raccoglie opere provenienti da chiese della città e dei suoi dintorni, trasportate a Capodimonte a scopo cautelativo dalle soppressioni in poi (Simone Martini, Colantonio, Caravaggio, Ribera, Luca Giordano, Francesco Solimena). Importante anche la collezione di arte contemporanea, unica nel suo genere in Italia, in cui spicca Vesuvius di Andy Warhol.

Il Palazzo Reale di Capodimonte (1738), circondato dall'omonimo Bosco, riserva di caccia reale, sorge in suggestiva posizione panoramica sul golfo e sulla città sottostante. La struttura architettonica fu orientata fin dalla fase progettuale, dalla necessità di accogliere la ricchissima collezione farnesiana ereditata da Carlo di Borbone. Le collezioni Farnese e borbonica costituiscono ancora oggi i nuclei principali del patrimonio museale di Capodimonte, arricchitosi poi negli anni di opere di straordinaria bellezza ed importanza, con uno sguardo che va dall’antichità fino all’arte contemporanea. Il grande parco verde monumentale, i lunghi viali, l'imponenza degli edifici, la grandiosità degli spazi contrastano con l'immaginario di una città stretta e convulsa e offrono inaspettate possibilità scenografieche ed organizzative.

Condividi /